Tecnologie sociali: il web 2.0 cambia l’organizzazione aziendale

Un’analisi della McKinsey analizza l’impatto del Web 2.0 su processi di business e organizzativi dell’impresa. Il successo di blog e social network.

Le tecnologie Web 2.0 (blog, social network ecc.) continuano a diffondersi all’interno del mondo aziendale trasformando i processi di business e migliorando le prestazioni. L’ultima indagine della McKinsey, basata su interviste a più di 4.200 massimi dirigenti a livello mondiale, lo conferma.

Il 70% degli intervistati risponde che almeno uno degli strumenti “social” viene adoperato nelle aziende di appartenenza mentre più del 40% sostiene che blog e social network sono attualmente in uso.

I manager in genere affermano che le imprese li utilizzano per essere più agili rispetto al mercato e per gestire la complessità organizzativa. Molti pensano che rimosse le barriere organizzative all’utilizzo delle tecnologie sociali, esse potrebbero costituire la base per lo sviluppo di processi di business completamente nuovi in grado di aumentare sensibilmente le prestazioni.

L’analisi di McKinsey raggruppa le aziende in base ai vantaggi ottenuti a seconda che l’adozione delle tecnologie Web 2.0 sia solo interna all’organizzazione, rivolta all’esterno verso la clientela, oppure orientato alle relazioni con partner e fornitori.

In massima parte le espressioni tipiche del Web 2.0 sono impiegate più frequentemente nel settore delle telecomunicazioni e high tech, ma sono abbastanza diffuse anche nel comparto energetico.

I maggiori vantaggi secondo gli intervistati si hanno sul piano della crescita commerciale. Il rapporto sottolinea come ad essere avvantaggiate risultino soprattutto le imprese che si avvalgono di queste tecniche in diverse modalità. I guadagni più significativi di quote di mercato sono correlati alla loro compresenza. In particolare, le organizzazioni ottengono maggiori risultati quando si servono di tecnologie sociali sia per l’esame degli ambienti esterni sia per armonizzare i dipendenti con i compiti aziendali. In quest’ultimo caso, wiki interni e social network aiutano i dirigenti a identificare i dipendenti con le competenze più adeguate a svolgere determinati lavori.

In tutti i modi, le imprese che hanno incrementato l’uso delle tecnologie sociali sia all’interno che all’esterno, verso clienti, fornitori e partner, rappresentano nel complesso una minoranza.

Crescono invece le aziende che impiegano blog e social network nei riguardi del mondo esterno mentre diminuiscono quelle che ne fanno un uso solo interno. Ciò non soltanto testimonia di un ambiente dinamico ma rende evidente il progresso del modello organizzativo dell’extended enterprise caratterizzato da una differente e più sfumata concezione dei confini aziendali.

[articolo di Carlo Lavalle per manageronline.it del 5 dicembre 2011]


Questo post è stato inserito
mercoledì 7 dicembre, 2011 alle 09:23 e appartiene alla categoria Comunicazione, Economia, Internet, Social Networks, Tecnologia.

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *