L’E-commerce sostiene la ripresa dei consumi

E’ recentemente emerso come ci sia in atto un’inversione di tendenza nelle abitudini di acquisto degli italiani durante il periodo dei saldi.

I dati sono stati confermati da una ricerca condotta da Webloyalty nella quale si rileva come l’e-commerce stia sostenendo la ripresa dei consumi nei primi giorni di saldi con un incremento del 10% rispetto al 2013 e un più 24% di acquisti online rispetto ai saldi estivi sempre dello stesso anno. Sono percentuali di tutto rispetto che superano le performance che stanno registrando i negozi tradizionali che si attestano su un misero +3% rispetto all’anno precedente.

I motivi di questo successo
Le motivazioni che spingono oltre 13 milioni di italiani ad acquistare online sono da ricercare all’interno delle dinamiche che caratterizzano il commercio elettronico. Infatti, tra i punti di forza dell’e-commerce troviamo:

  • Vastità dell’offerta: la possibilità di poter scegliere tra un assortimento molto ampio di prodotti
  • Confronto: la possibilità di poter effettuare in tempo reale confronti tra prezzi e caratteristiche di beni e servizi
  • Informazione: la possibilità di poter raccogliere informazioni e pareri di altri consumatori
  • Convenienza: la possibilità di poter trovare prodotti e servizi a prezzi convenienti

Sono queste le motivazioni che spingono i consumatori ad acquistare online i prodotti e servizi che preferiscono. In particolare, la variabile che risulta maggiormente decisiva è la variabile “prezzo”, sopratutto in un periodo difficile come quello che sta vivendo il nostro paese.

Cosa acquistano gli italiani
Tra le categorie merceologiche che attirano maggiormente l’interesse dei consumatori italiani durante questi saldi invernali troviamo: viaggi e turismo (57%), hi-tech (29%) e moda (14%), tutte categorie soggette ad un’ampia offerta di sconti specifici e programmi di rimborso.

Quando acquistano gli italiani
É interessante notare come sussiste una forte differenza in termini di stagionalità nella scelta di acquistare online, sopratutto tra saldi invernali e saldi estivi. Se si confrontano le performance registrate nei primi giorni di ogni tornata (4 gennaio 2014 e 6 luglio 2013) emerge come gli acquisti effettuati nei saldi invernali sono superiori del 24% rispetto a quelli estivi.

Conclusioni
Vogliamo chiudere quest’articolo con le parole di Alexandre Cotigny, Direttore Generale Sud Europa di Webloyalty, che commentando i dati emersi dalla ricerca ha affermato come “ I dati di questi primi giorni di saldi dimostrano, ancora una volta, come gli italiani siano sempre più attratti dai vantaggi, economici ma non solo, offerti dall’e-commerce. Per poter sfruttare al meglio questo potenziale di crescita dell’economia è necessario un patto virtuoso che coinvolga tutti gli attori interessati: i player dell’ e-commerce, che devono garantire un’ offerta sempre più ampia e vantaggi economici ai consumatori tramite programmi di scontistica e cashback, gli operatori della logistica, con spedizioni celeri e flessibilità nella consegna, e infine i soggetti pubblici e privati responsabili delle infrastrutture di accesso al Web, che devono assicurare una rete Internet sempre più veloce e sicura”.

[fonte ecommerceguru.it]

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *